PATOLOGIE GASTROENTERICHE – Bibite e fermenti

Numerose funzioni del tubo gastroenterico sono “auto-regolate”: i diversi distretti del tubo digerente sono in grado di produrre sostanze che ne regolano le funzioni. Di qui il presupposto per una efficace azione locale del contenuto minerale delle acque curative. Alla corretta funzione dell’apparato gastroenterico contribuisce anche la presenza di una favorevole flora batterica intestinale. L’intestino infatti ospita normalmente una flora batterica, di per sé non patogena, che è essenziale per numerose funzioni intestinali. La disponibilità di probiotici, contenenti grandi quantità di fermenti vivi, permette di coadiuvare efficacemente il mantenimento della flora batterica intestinale non solo durante patologie e/o terapie (ad esempio prolungate terapie antibiotiche) che tendono ad alterarla, ma anche costantemente durante la vita normale per compensare le frequenti insufficienze dell’alimentazione moderna.

In ambito gastroenterologico, le cure termali sotto forma di bibite, sono indicate in: dispepsia gastrica o biliare, discinesie biliari, stipsi cronica semplice, dove vengono soprattutto sfruttate le azioni di bicarbonati, anidride carbonica, calcio, magnesio, solfati e cloruro di sodio.

Le acque più utilizzate nella cura termale sono, di conseguenza, le bicarbonate, le solfate e le salse. Le acque bicarbonate sono indicate nella dispepsia funzionale, nella sindrome da reflusso, nelle gastropatie ipersecretive. Le acque cloruro-sodiche e le solfate vengono impiegate maggiormente nella stipsi cronica e nel colon irritabile con stipsi e nelle discinesie biliari. Alcune malattie del fegato e delle vie biliari rappresentano un classico impiego della terapia idropinica. Lo zolfo, presente nelle acque sulfuree e solfate, favorisce numerose funzioni della cellula epatica, tra cui gli effetti detossificanti e di contrasto dei radicali liberi. Inoltre alcune acque hanno effetti coleretici e colagoghi, favoriscono cioè sia la produzione sia l’escrezione della bile da parte del fegato e delle vie biliari, e lo svuotamento della colecisti. Il trattamento terapeutico può essere attuato anche a casa. I pazienti, infatti, potranno trovare in farmacia le acque e i fermenti lattici per le specifiche esigenze, ricevendo, inoltre, i più ampi ragguagli circa i criteri di assunzione e le eventuali controindicazioni.

counter

ULTIME DAL BLOG

SINDROME DEL COLON IRRITABILE
La sindrome del colon irritabile è un insieme di ...
INDICATORI DI CURA DEL DIABETE
Il diabetico può considerarsi in buon controllo ...
CRISI IPOGLICEMICA, CONVULSIONI E COLPO DELLA STREGA
Crisi ipoglicemica Se un diabetico manifesta ...

CON IL PATROCINIO DI: